Il rapporto con l´Unicef

Alessandro Battilocchio ha sempre dedicato particolare attenzione alla tutela dei diritti dell´infanzia in ogni angolo del mondo, in particolare nei Paesi in via di sviluppo.

"Non può definirsi civile una società che non ce la mette tutta per garantire ad ogni bambino un´infanzia felice e serena", ha spesso dichiarato. Nel corso degli anni ha promosso, sia a livello territoriale che internazionale, azioni in questa prospettiva, in particolare favorendo iniziative di solidarietà internazionale a favore di istituti che ospitano minori in difficoltà. Ha sempre aiutato l´Unicef, di cui è volontario, sia nel comprensorio di Civitavecchia che nel corso delle sue attività internazionali, tanto che nel 2008 ha ricevuto da Unicef Italia l´importante riconoscimento ufficiale di "Difensore dei Diritti dell´Infanzia e dell´Adolescenza".

Galleria Fotografica (in aggiornamento)

European integration forum

 
Organizzato dalla Fondazione tedesca "Bosch", lo European Integration Forum ha l´obiettivo di creare un network tra i politici di nuova generazione, provenienti da diverse esperienze e sensibilità politiche, sotto l´egida dei comuni valori europei condivisi.
Rappresenta, quindi, un´assise internazionale che, ogni anno, mette insieme giovani politici provenienti da tutti gli Stati membri, i quali, dopo un lavoro di preparazione consistente in mesi di contatti e scambi di vedute, si incontrano per discutere delle tematiche comunitarie e per elaborare proposte concrete per il futuro dell´Unione Europea.

Nell´edizione 2011 di Essen (Germania), Alessandro Battilocchio è stato uno dei "Guest Speakers" ed ha raccontato la propria esperienza, guidando uno dei più seguiti workshop dell´evento. Ha poi proseguito la collaborazione con l´organizzazione, coinvolgendo un crescente numero di giovani italiani in questo importante appuntamento internazionale.

Alessandro Battilocchio ha fortemente insistito per avere in Italia l´edizione 2012 del meeting internazionale di giovani politici ed è anche grazie al suo impegno se è stata scelta come location Roma, città simbolo per la firma dei Trattati e l´inizio del processo di integrazione europea.
L´edizione 2012 ha visto la presenza di oltre 100 "decision makers", tutti under 35, provenienti da 24 Stati Europei. Battilocchio è stato uno dei "Guest speakers", assieme ad altri esponenti di primo piano della politica internazionale, come Pat Cox, ex storico Presidente del Parlamento Europeo, Jean-Claude Piris, del Consiglio Europeo e Peter Matjasic, Presidente del Forum europeo dei giovani.
In chiusura dell´incontro, il Dr.Kurt Liedke, della Bosch Foundation, ha personalmente ringraziato Alessandro Battilocchio per la straordinaria collaborazione che ha reso possibile l´edizione 2012.

IPALMO

Alessandro Battilocchio è membro del Comitato Esecutivo dell´Ipalmo, il prestigioso Istituto diplomatico-istituzionale, presieduto da Gianni De Michelis, che si occupa delle relazioni internazionali tra Italia, Africa, America Latina, il Medio e l´Estremo Oriente.

Ha partecipato, in qualità di relatore , a seminari di approfondimento e discussione, in Italia e nel resto del Mondo, in collaborazione con il nostro Ministero degli Esteri ed i Parlamenti e Governi di diversi Paesi stranieri.

Ha, inoltre, seguito progetti di cooperazione internazionale che vedono l´Istituto come partner strategico.

"La politica è quell´attività di discussione e tentativo di risoluzione concreta dei problemi della polis, della comunità".

Anche in qualità di giovane Assessore comunale e poi Sindaco di Tolfa (Rm), Alessandro Battilocchio si è sempre impegnato in difesa degli "ultimi", dei più poveri e dei più deboli in qualunque parte del mondo.

Da oltre quindici anni collabora con le Associazioni di solidarietà che aiutano i bambini della Bielorussia, vittime del tragico incidente alla centrale nucleare di Cernobyl, mentre dal 2000 è al fianco del Fronte Polisario in favore della causa di autederminazione e liberazione del Sahara Occidentale, che lui definisce "l´ultimo caso di colonialismo in Africa".

Il popolo Saharawi, scacciato dalla sua terra occupata dalle forze militari marocchine, reclama le proprie ragioni dal 1975: ciononostante, malgrado mozioni e risoluzioni, la questione rimane ancora irrisolta. Battilocchio si è recato più volte nei campi profughi del Sahara Occidentale, su invito del Presidente della Repubblica Araba Saharawi Democratica, suo amico personale ed ha guidato diverse delegazioni di rappresentanti territoriali ed Associazioni. Ha promosso in loco molte iniziative di solidarietà internazionale, tra cui il progetto "Piccoli ambasciatori di pace", che favorisce l´ospitalità nel nostro Paese nei mesi estivi di centinaia di bambini saharawi che sfuggono dal caldo torrido estivo, effettuano visite e controlli medici e soprattutto hanno la possibilità di far conoscere la loro vicenda, purtroppo dimenticata dai media internazionali. Quest´anno, grazie al suo interessamento, i bambini hanno partecipato ad una seduta presso la Camera dei Deputati,ricevendo un caloroso applauso di benvenuto da parte dei Deputati di tutti i gruppi parlamentari.

Galleria Fotografica (in aggiornamento)

Missioni internazionali


Sia come Parlamentare Europeo, sia come membro esecutivo dell´Ipalmo, Alessandro Battilocchio ha partecipato ad innumerevoli missioni umanitarie internazionali, facendosi portavoce delle istanze delle popolazioni flagellate da conflitti, carestie, povertà o feroci dittature.

In collaborazione con le Ambasciate italiane, le ONG e le organizzazioni di volontariato presenti nei vari Paesi, si è recato in molte aree in difficoltà, per testimoniare personalmente la propria vicinanza e per monitorare le iniziative di solidarietà messe in atto dalla comunità internazionale. Ha promosso decine di scambi internazionali e "gemellaggi" di istituzioni ed associazioni italiane con scuole, istituti od orfanotrofi dei Paesi in via di sviluppo.

In collaborazione con il Ministero degli Esteri, della Difesa e del COI, ha guidato delegazioni internazionali nei teatri operativi in cui sono impegnati i nostri militari in delicate operazioni di "Peace Keeping". In questo contesto, solo nel 2011-2012 si è recato due volte in Kosovo, presso il "Villaggio Italia" a Pech ed una volta in Libano, presso la base italiana di Shama, per portare, assieme ai militari, aiuti umanitari, medicinali, vestiario e materiale scolastico in orfanotrofi locali.

Galleria Fotografica (in aggiornamento)

Georgia - Battilocchio ha consolidato negli anni un´amicizia personale con il Governo georgiano. Nel 2005 e nel 2008, prima e dopo lo scoppio del conflitto, si è recato a Tiblisi, incontrando il Presidente Mikhail Saakashvili e portando la solidarietà dell´Unione Europea. Durante l´ultimo viaggio Battilocchio ha incontrato inoltre il Ministro degli Esteri, David Baradze, il Presidente del Parlamento e l´Ambasciatore italiano Vittorio Sandalli.

Rwanda - In qualità di Eurodeputato si è occupato delle relazioni con gli Stati ACP visitando nel 2006 il Rwanda, in occasione della Assemblea annuale della Delegazione UE-ACP. Oltre alla visita al Memoriale che ricorda il genocidio del 1994, ha partecipato nella capitale Kigali al meeting concernente la crescita economica, sociale e sanitaria dei paesi sottosviluppati dove ha incontrato, tra gli altri il Presidente della Repubblica, Paul Kagame.

Azerbaigian - Missione politico-diplomatica ma anche di solidarietà per Alessandro Battilocchio in Azerbaigian nel 2007 dove, nella capitale Baku, ha incontrato il Presidente della Repubblica, Ilham Aliev. Battilocchio si è quindi recato nei campi I.D.P. (Internally Displaced People) degli ex profughi interni ed ha visitato anche alcune piattaforme petrolifere in compagnia di imprenditori italiani e locali.

Indonesia - Sei mesi dopo il disastro dello Tsunami del 2005 nello Sri Lanka, nelle Maldive e in Indonesia, Alessandro Battilocchio ha visitato la regione insieme ad una Delegazione del Parlamento Europeo su iniziativa della Commissione Sviluppo. La Delegazione ha visitato la zona indonesiana di Aceh, non lontana dall´epicentro dello Tsunami, colpita violentemente dall´ondata.

Repubblica Domenicana - Nel dicembre 2007 a Santo Domingo, in compagnia dall´Ambasciatore italiano Enrico Guicciardi, Alessandro Battilocchio ha valutato le possibili sinergie nel campo dei diritti umani, fondamentali per una cooperazione UE-Repubblica Domenicana, ed è intervenuto ad un dibattito per la diffusione della democrazia nei paesi dell´ACP. L´Eurodeputato ha incontrato anche i residenti italiani a Santo Domingo ed ha visitato l´orfanotrofio "Niños de Cristo".

Israele/Palestina - Dopo la prima missione, svoltasi nell´ottobre 2006, Alessandro Battilocchio ha fatto parte della delegazione parlamentare che, dal 25 febbraio al 1 marzo 2009, si è recata in osservazione presso i territori colpiti dall´ultimo conflitto armato Israelo-Palestinese. Oltre agli incontri istituzionali con il Consiglio Legislativo Palestinese, con il Primo Ministro Salam Fayyad, la Knesset israeliana e il capo del Governo israeliano Shimon Peres, Battilocchio ha anche incontrato il famoso attivista Mustapha Barghouti, medico attivo nelle organizzazioni non governative e fondatore della "Lista Palestina Indipendente" promossa in occasione delle elezioni legislative del 2006. Insieme ai membri dell´Agenzia delle Nazioni Unite per il Soccorso e l´Occupazione dei profughi palestinesi l´Eurodeputato ha visitato ospedali, scuole e aree industriali nei territorio di Gaza.

Ecuador - Battilocchio nel dicembre 2008 si è recato in Ecuador, per un ´tour´ che lo ha portato in visita a numerosi progetti di cooperazione di Ong italiane in loco. Tra gli altri, ha visitato il progetto Engim-Focsiv "Sonando per il cambio" per il recupero dei bambini di strada, che coinvolge direttamente oltre 300 minori, alcune comunità indios della foresta amazzonica nelle quali sono attivi progetti di microcredito per la produzione di piante medicinali ed ha presenziato a Tena all´incontro con i responsabili del progetto "Su cambio por el cambio" che coinvolge 500 bambini di strada della capitale per fornire loro istruzione, formazione professionale e la possibilità di praticare sport ad alti livelli, illustrando i fondi della Commissione Europea destinati ai diritti dell´infanzia.



L´impegno con le scuole e le università


"Education, education, education": queste le tre priorità che Tony Blair indicò il giorno dell´insediamento del suo Governo. Alessandro Battilocchio è altrettanto convinto che solo un sistema didattico e formativo all´altezza possa garantire al nostro Paese di rimanere al passo con la competition europea e mondiale: per questo ha dedicato con piacere tantissimo tempo alla cura dei rapporti con le scuole di ogni ordine e grado.

Un´attenzione particolare è stata sempre riservata ai rapporti con gli Atenei italiani e stranieri, che sono stati coinvolti in iniziative in ambito sia territoriale che comunitario. Battilocchio si è laureato in Giurisprudenza alla "Luiss - Guido Carli" e poi in Scienze Politiche alla "Sapienza"di Roma: proprio con questi due Atenei ha tenuto rapporti stretti di interazione, attraverso la partecipazione ad eventi, iniziative, dibattiti, seminari di approfondimento di politica internazionale e di relazioni internazionali. Ha favorito stages formativi di studenti provenienti da Università di tutta Italia presso le Istituzioni comunitarie, ha promosso incontri sia sul territorio che a Bruxelles, ha creato contatti tra diversi Atenei in tutta Europa, anche attraverso la partecipazione congiunta a bandi promossi dalla Commissione Europea.

È stato relatore per la Commissione Sviluppo dell´importante provvedimento "Erasmus Mundus" che consente a studenti di tutta Europa di formarsi in Paesi extraeuropei per un anno e ai nostri Atenei di accogliere ragazzi provenienti da fuori dei nostri confini. Ha partecipato ad incontri con gli studenti in Università di tutto il mondo, in particolare sui temi dell´integrazione europea e della cooperazione internazionale.

Galleria Fotografica

Olimpiadi della cultura


Le "Olimpiadi della Cultura e del Talento - Premio Oriana Pagliarini" sono un importante appuntamento nel panorama dei concorsi studenteschi italiani, avendo ottenuto, tra gli altri, il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Governo Maltese. Migliaia di studenti delle scuole superiori italiane partecipano alle gare di selezione imperniate su prove di cultura generale, di logica, di lingua e su performances artistiche delle squadre. La finale nazionale del premio, si svolge a Tolfa dal 2011, grazie all´interessamento dell´allora Sindaco Battilocchio: il paese ha ormai fatto proprio l´evento ed offre un´eccezionale ospitalità ai ragazzi, trasformandosi in un vero e proprio "campus all´aperto". Nell´edizione 2011, nel corso della premiazione, gli oltre 200 studenti finalisti, di loro iniziativa, hanno proposto e votato per acclamazione Alessandro Battilocchio Presidente Onorario del concorso.

Grazie ad Alessandro, per l´edizione 2013 il Governo della Repubblica di Malta, nelle persone dei Ministri Giovanna De Bono e Cris Said ed il Comune di Ghajnsielem, guidato da Francis Cauchi, hanno concesso il Patrocinio all´evento, che coinvolgerà oltre 6.000 studenti:un record, che premia l´incredibile lavoro del giovane team dell´organizzazione diretto e coordinato da Daniele Ceccarelli.

Galleria Fotografica (in aggiornamento)

Scambi culturali


Alessandro Battilocchio ha lanciato e favorito in questi anni scambi culturali e gemellaggi in molti Comuni italiani, in primis nell´ambito del programma "Europe for Citizens". Anche grazie al suo interessamento, migliaia di cittadini, soprattutto giovani, hanno avuto la possibilità di vivere esperienze di condivisione culturale e di integrazione in altri Paesi europei.

A Malta sono particolarmente proficui gli scambi che permettono anche a studenti italiani di visitare la splendida isola e nel contempo seguire corsi di lingua. Le delegazioni italiane sono state, tra l´altro, accolte dall´allora Presidente Maltese, Edwig Fenech Adami, nonché, successivamente, dai Ministri Louis Galea, Giovanna De Bono e Chris Said che hanno sottolineato l´importanza di questi programma per costruire finalmente un´Europa dei cittadini. Battilocchio ha anche promosso progetti europei che hanno coinvolto, oltre alle Amministrazioni locali, scuole, università, Associazioni sportive e culturali che hanno vissuto da protagoniste iniziative all´insegna del comune spirito europeo.


Galleria Fotografica (in aggiornamento)